Il mio odore, la tua droga I

Peccato per tutte le donne là fuori che non sanno quanto possa essere facile conquistare la devozione totale dei propri uomini. Ma peccato anche per tutti voi uomini là fuori che non conoscete la gioia profonda che può essere raggiunta dedicandovi alle donne delle vostre vite. Ma ho imparato una cosa o due che vorrei trasmettervi, magari potrebbe portare un po ‘più di felicità e contentezza nelle vostre vite ordinarie.
Il mio segreto si è sviluppato abbastanza per caso quando un giorno ho trovato il mio ragazzo in bagno che annusava furtivamente la mia biancheria sporca.
Penso avesse dimenticato di chiudere la porta, altrimenti l’aveva lasciata volutamente aperta per farmi scoprire la sua perversione. Ancora oggi resto con il dubbio.

Ma torniamo a noi. Una mattina, dopo una delle nostre sessioni di maratona di amore, mi sono infilata in bagno, trovandolo sdraiato sulla sua schiena con il cavallo di un paio di mie mutandine sporche sul naso, che gemeva tra sé e sé come a voler essere invaso dall’odore diei miei slip. Sono rimasta fuori dalla sua vista, e apparentemente non ha notato la mia presenza. Rimasi lì abbastanza a lungo da vederlo schizzare; venne violentemente, nonostante i diversi orgasmi che aveva avuto con me durante la notte!

Ho chiuso la porta silenziosamente e sono tornato in camera da letto, pensando a ciò che avevo visto. Doveva avermi sentito, pensai, ma non aveva nemmeno alzato lo sguardo. E addirittura non ha interrotto nemmeno per un momento il suo umile atto di adorazione per parlarmi.

Inutile dire che avevo molto da pensare prima che si pulisse e tornasse a letto. Cosa c’era di così speciale nelle mie mutandine? Perché non mi aveva mai confessato prima il suo interesse per loro? E come poteva essere stato così assorbito nel loro odore da non accorgersi nemmeno che ero entrata in bagno?
Quando finalmente tornò a letto, ero pronta per lui. Non avevo alcuna risposta alle mie domande, ma avevo un piano d’azione. Mi ero tolta le mutandine che indossavo (le stesse mutandine che avevo indossato mentre facevamo l’amore quella notte prima!), E le avevo nascoste nella mano sinistra.
“Tutto ok in bagno, amore mio?” Gli sussurrai con un sorriso mentre si allungava accanto a me sul letto. Mi guardò negli occhi e disse: “Dovresti saperlo, tesoro. Eri lì.
“Gli misi la mano libera sulle mutande e iniziai a leccargli delicatamente l’orecchio.

“Devi amarmi proprio tanto, piccolino. Ami anche le mie belle mutandine!”

Sospirò. Feci scivolare l’altra mano (tenendo le mutandine) dietro di lui, e gli schiacciai il cavallo delle mutandine contro il naso.
“Ti piace questo odore, amore mio?” Sospirò di nuovo, ancora più profondamente, e sorrise come se fosse in paradiso.
“Mmmm, sono contenta” risposi gentilmente. “Sai, per me è importante che ti piaccia tutto di me. So che ami la mia voce, il modo in cui guardo, il modo in cui ballo e faccio l’amore, e tante altre cose di me. Ma ora so anche che ami il dolce profumo femminile delle mie mutandine. ”

Allungò la mano e mise la sua mano sopra la mia, per schiacciare più forte le mie mutandine sul suo naso. Allo stesso tempo, sentivo che spingeva contro l’altra mano, per intensificare l’attrito anche laggiù.
Strinsi con delicatezza le sue palle e sentii subito il suo pene allargarsi nella mia mano.
Potrei dire che il mio piano stava già funzionando.

“Voglio così tanto renderti felice, mio ​​grande, forte uomo”, sussurrai a lui amorevolmente. “Dimmi quanto ami le mie mutandine, se il loro odore significa davvero qualcosa per te.”
Finita la frase, ho allontanato il premio dal suo naso e gli ho stampato un bacio in bocca.
Riuscii a coprirgli la bocca prima che potesse scappare qualsiasi parola. Ho infilato la lingua nella sua bocca inziando a farla girare, e intanto intensificavo il massaggio sul suo cazzo sempre più duro. Come ho spostato la bocca, gli ho chiesto di nuovo di dirmi quanto amasse l’odore delle mie mutandine. Ma prima che potesse rispondermi, gli coprii il naso e la bocca con i miei slip.

Fece un lamento, e non fece nessuno sforzo per liberarsi dalla mia presa delicata.

“Mi ami?” Chiesi con voce molto dolce, Senza muovere le mutandine dal suo naso.
Annuì debolmente.
“Ti piace la mia figa?” chiesi, con una voce ancora più dolce, più femminile.
Annuì di nuovo, e gemette impotente. “Ami tutto di me, inclusi i miei odori femminili più intimi?”
Lui annuì di nuovo, continuando a gemere e muovendo il arnese contro la mia mano.

“Mi ami abbastanza da impegnarti al servizio della mia fica e di tutti i miei bisogni femminili?” sussurrai ancora più dolcemente, proprio dentro il suo orecchio.
Continuava ad annuire e lamentarsi, cercando di spingere la sua faccia e il suo cavallo contro tutte le mie mani.
Continuai questo trattamento per qualche altro minuto, fino a che non era sul punto di venire. Poi, ho smesso un po ‘.

“Dimmi,” sussurrai, “quanto mi ami.”
Ho spinto le mie mutandine contro il naso di nuovo, e le ho tirate via. “Dimmi solo quanto vuoi e quanto hai bisogno di sniffare, annusare e leccare la mia figa. Dimmi cosa farai per me se ti lascerò soddisfare il tuo bisogno di drogarti dei miei odori”.
Si schiacciò le mutandine in faccia, ma iniziò a parlare sottovoce mentre continuava a inalare la loro fragranza.
“Ho sempre amato la tua femminilità, il cuore della tua anima femminile. Desidero ardentemente essere consumato da te, essere alla tua mercé, essere al tuo servizio e aiutarti a soddisfare i tuoi bisogni femminili più intimi.”
“Le tue mutandine hanno un combinazione di profumi che mi eccitano da morire. La tua fica e il tuo culo sono come il paradiso per me. Farò qualsiasi cosa per te, mia meravigliosa regina, se solo mi farai annusare la tua figa e il buco del culo di tanto in tanto. ”
Dopo queste parole, rimisi la mano sul suo cazzo; e dopo avergli tolto le mutandine dalla faccia, decisi di sedermi lì, incastrando il suo naso nel mio culo e le sue labbra accanto alle labbra della mia figa ormai gocciolante.
Dopo aver mosso un po’ i fianchi per essere sicura di essere nella giusta posizione, mi appoggiai all’indietro dicendogli:
“Se davvero pensi quello che hai detto, inizia a leccare e baciare, e non fermarti finché non te lo dico”.
Ebbene, passai tutto il giorno in questo modo, godendomi ogni minuto.
Era semplicemente divino. Era l’unico modo possibile per superare quello che avevamo fatto durante la notte, e non era mai riuscito a fare di meglio prima di quella volta!

Passai tutto il giorno davanti alla TV, guardando le mie sitcom preferite, le soap opera e i talk show, sapendo che lui, lì sotto, non era in grado di fermarsi. Ho persino chiamato alcune delle mie amiche per dire loro della mia nuova posizione come regina delle mutandine. Mi sono assicurata anche di chiamare per mettere in malattia il mio ragazzo, che era troppo impegnato per fermarsi per qualsiasi cosa.
Peccato che il suo capo non conoscesse il vero motivo per cui il mio ragazzo non poteva chiamarsi da solo: aveva la lingua affondata alla radice nella mia deliziosa figa bagnata, ed era completamente incapace e riluttante a pensare ad altro!
Da quel giorno, ho imparato così bene a sfruttare il suo florido bisogno per me. Grazie alla mia guida attenta, è caduto sempre più in profondità sotto il mio incantesimo.

Ha perso la capacità di essere disonesto o disobbediente nei miei confronti, poiché il mio potere su di lui è diventato troppo forte. Ogni volta che volevo tirargli fuori la verità, o ogni volta che volevo qualcosa da lui, gli tenevo un paio di mutandine sporche contro il naso e gli dicevo di respirare profondamente. (A dire il vero, non dovevo più dirglielo, perché a quel punto era quasi una reazione istintiva – era così ben addestrato!)
Cominciava a fare quei lunghi e profondi respiri e dopo un paio di momenti i suoi occhi cominciavano a chiudersi, e lui teneva le sue mani sopra le mie per premere i miei slip contro il suo naso.
Poi gli passavo le dita tra i capelli e gli dicevo che bravo ragazzo fosse. “Sì, ti piace sentire le mie mutandine”, gli dicevo dolcemente. “Non puoi resistere al profumo della mia micia, vero tesoro?”
Annuiva debolmente la testa.

“Cosa mi dici che ti permetto di sentire l’odore delle mie mutandine fragranti?”

Pronunciò un “grazie” attutito da dietro le mutandine.

Tolsi gli slip dal suuo viso dicendogli “Ancora… Non ti ho proprio sentito. ”
“Grazie per avermi lasciato annusare il tuo delizioso profumo femminile”, mentre istintivamente riportava le mutandine alla portata delle sue narici.

Ed è in questo modo che l’ho condotto sotto il mio incantesimo. Sempre così gli ho fatto confessare i suoi segreti per me, o accettare di fare le cose per me. Era molto disposto a collaborare in quei momenti, forse persino inconsapevole che semplicemente non aveva alcuna volontà di resistermi. Sono sicuro che in quei momenti era completamente soddisfatto di dirmi quello che volevo sentire, e non desiderava affatto ingannarmi o disobbedire ai miei desideri.
“È quasi come l’autoipnosi”, cominciai a pensare tra me e me, “dove lui stesso vuole essere messo in trance, e io mi limito a fornire la mia voce dolce e le mie mutandine fragranti su cui lui possa concentrarsi per potersi rilassare. ”

Mentre eseguivo questo piccolo rituale sempre di più, mi venne in mente che c’era dell’altro oltre al semplice erotismo. Quando ho iniziato a connettere ciò che stavo facendo all’autoipnosi, ho iniziato a fare delle ricerche serie. Ho iniziato a leggere libri sull’ipnosi, e ho ascoltato alcuni di quei nastri di auto-induzione che sono progettati per indurre trance ipnotica. Ho ascoltato la formulazione, la musica di sottofondo e il tono della voce. Ho provato a vedere se potevo usare una di queste tecniche in modo più metodico, forse per aumentare ancora di più la presa su di lui. Vedete, il mio ragazzo ha la tendenza ad essere irresponsabile su alcune cose, e ho pensato che avrebbe potuto fare molto meglio sotto il mio controllo.

Il mio esperimento è andato così bene che ho deciso di continuare così. Mentre scrivo questo libro di memorie, è così completamente dipendente da me che so che non sarà mai in grado di liberarsi. Il mio incantesimo su di lui è diventato così forte, che è ipnotizzato a obbedire felicemente alla mia dolce voce dolce ogni volta che sospiro. È messo completamente sotto il mio incantesimo ogni volta che riceve una piccola zaffata della mia figa, e non ha la minima idea del perché non può più resistermi. Sa solo che anche lui non vuole resistermi!

Recentemente ho messo in pratica una serie regolare di sessioni di trattamento per il mio ragazzo, che ripeto ogni lunedì mattina prima di colazione. Ha avuto un effetto meraviglioso su di lui e ci ha avvicinato così tanto! Ecco come funziona…

Mentre si sta svegliando nelle prime ore del mattino, tolgo le mutandine con cui ho dormito e le appoggio dolcemente contro il suo naso. Mi chino e gli sussurro all’orecchio, dicendogli solo di fare qualche respiro profondo e rilassarsi. Gli dico di annusare la deliziosa fragranza e di ascoltare la mia voce dolce.

“Rilassati, mio ​​bel maschio,” sussurro. “Ti senti alla deriva, lentamente alla deriva. Respira profondamente con il naso e rilassati. Ad ogni respiro che fai, affondi e vai più lontano. Ti stai rilassando sempre di più ad ogni respiro, diventando sempre più debole. Tu ami il mio profumo femminile e continuerai ad inalarlo mentre vai alla deriva.

“Ad ogni respiro che fai, diventi più debole e rilassato. Sì, ora sei così debole che difficilmente riesci a pensare. I tuoi pensieri sono confusi e tutto ciò su cui puoi concentrarti sono il profumo delle mutandine e il suono della mia voce. Puoi sentire chiaramente la mia voce, ma sei troppo debole per rispondere. Il tuo corpo è totalmente debole e la tua volontà ti lascia mentre continui a rilassarti sempre di più. Rilassati sempre di più. Totalmente debole, totalmente rilassato”.
“Ora non hai più alcuna volontà. Puoi solo sentire la mia voce e annusare il dolce profumo della mia figa sulle mie mutandine. Le mie mutandine ti controllano, e la mia voce è la voce delle mie mutandine. Sei completamente sotto l’incantesimo delle mie mutandine, non puoi resistergli. Ti accorgi che non vuoi più resistergli, vuoi che ti controllino. È piacevole, soddisfacente. Ti piace che le mie mutandine ti controllino e che la mia voce ti controlli. Sei felice, rilassato e sotto il mio completo controllo.”
“Rilassati e vai più a fondo. Rilassati ancora un po ‘, mentre continui a respirare profondamente, inalando il delizioso profumo a cui ti sei arreso. Che ti controlla”
“La tua volontà è sparita completamente e tu obbedirai alla mia voce senza esitazione. La mia voce ti suona come la tua voce interiore, e vuoi lasciarti guidare da quella voce.”
“Riesci a sentirmi?” Chiedo, solo per essere sicura che tutto proceda correttamente. “Solo annuisci se puoi.”
Annuisce lentamente, così che le mie mutandine non si spostino dal suo naso.
“Ora voglio che tu ascolti attentamente, mio ​​caro ometto. Voglio che tu segua le istruzioni che sto per darti. Capisci?”
Di nuovo, annuisce.
“Più tardi, quando ti sveglierai, non ricorderai la nostra piccola sessione qui. Ma quello che ricorderai è che sei completamente dipendente dai miei odori femminili. Ogni volta che senti le mie mutandine, la mia fica, le mie ascelle o anche il mio buco del culo, diventerai debole, troppo debole per tirarti indietro. Mentre continui ad annusarli, diventerai ancora più debole, finché non sarai così debole che diventerai il mio volenteroso servitore. Perderai interesse per le tue preoccupazioni personali, qualunque esse siano, e rivolgerai immediatamente la tua attenzione al soddisfacimento dei miei bisogni e desideri. È chiaro?”
Annuisce ancora una volta.
“E tu sei molto contento di questo accordo, vero?”
Annuisce e sorride, prendendo un altro respiro profondo del mio profumo.
“Molto bene. Ogni volta che senti l’odore delle mie mutandine, della mia fica, delle mie ascelle o del mio buco del culo, scoprirai che la tua volontà inizia a scivolare via. Continuerà a scivolare via, fino a quando la mia voce e i miei odori riempiranno i tuoi sensi, come se provenissero da dentro di te. Obbedirai alla mia voce come se fosse la vera voce del tuo io interiore. La mia voce sarà per te la cosa più importante del mondo e obbedire ai pensieri che ti darò sarà il tuo desiderio più forte. Vorrai ciò che la mia voce ti dirà di volere, farai esattamente quello che ti dice la mia voce. Non avrai altri bisogni e desideri di quelli dati dalla mia voce. È chiaro, mio ​​prezioso ometto? ”
Annuisce di nuovo, pacificamente.
“E tu vuoi che sia così, vero? Ti dà grande piacere e soddisfazione essere al mio servizio, annusare il mio profumo e obbedire alla mia voce. Ti concederai di provare piacere solo quando mi hai soddisfatto, ma il piacere che proverai è molto più grande di quanto tu non abbia mai provato prima. Non è vero? ”
Annuisce di nuovo e sorride, e un leggero sospiro si fa strada.
“Ok, ora continua a respirare profondamente. Ti farò una piccola prova. ”
Mi riposiziono in modo da stare di fronte ai suoi piedi, e il mio cavallo e il culo scendono dritto sul suo volto. Mi divincolo un po ‘, finché non mi sento completamente a mio agio. La sua bocca e il suo naso sono ora perfettamente inseriti nella mia fessura, e tutto ciò che può vedere, annusare e sentire sono la mia figa e il mio culo. Mi diverto ancora, solo per essere sicuro che sia perfettamente aderente. Con le mani sul suo torso, mi chino e bacio il suo cazzo molle.
“Ora, voglio che cominci a baciarmi alla francese, e non fermarti finché non ti dico di fermarti. E mentre mi baci, voglio che tu mi mostri quanto mi ami davvero. ”
Allunga le mani attorno al mio culo, mi tira contro il viso e inizia a far girare la lingua dentro di me. La passione con cui mi bacia e mi lecca ora è molto più eccitante ed energica di qualsiasi altro sesso orale che abbia mai avuto prima, con lui o chiunque altro. Spinge la sua lingua più a fondo dentro di me, estraendo i miei succhi come un uomo affamato, e sfiorando il mio grilletto ogni volta che si muove per ingoiare. Ogni volta, la sua lingua diventa più profonda, e ogni volta mi sento più eccitata di prima. Lo cavalco come un amazzone con estremo gusto!

Mi stringo più forte sulle sue labbra e sul suo naso, cercando di non ferirlo ma esortandolo a spingere la sua lingua sempre più in profondità. Finalmente raggiungo il mio culmine, una delle esperienze più incredibili che abbia mai avuto, sessuali o meno. Dopo aver cavalcato la sua faccia fino alla mia ultima eruzione, collasso in cima al suo corpo sudato. Guardo verso di lui per vedere un sorriso sulla sua faccia, e mi chino per baciare il suo pene morbido.
“Grazie, mio ​​prezioso bambino”, gli dico. “Hai obbedito bene e meriti una ricompensa.”
Con ciò, mi alzo dal suo viso e con la mano che tiene dolcemente il suo pene gli do un bacio appassionato sulle labbra.
“Sono molto felice ora”, gli dico. “Mi hai fatto molto piacere. Questo ti rende felice? “Gli chiedo.
Un sorriso sorpassa la sua faccia, e il suo pene diventa improvvisamente molto duro. Con gli occhi ancora chiusi, annuisce.
“Quando conto il conto alla rovescia da tre, ti sveglierai pronto per la tua routine mattutina. Non ricorderai la nostra sessione stamattina, comunque. Ricorderai solo la tua dipendenza dai miei deliziosi odori femminili, come ti ho detto prima, e dall’effetto che hanno su di te.”
Sembra così innocente e vulnerabile in questo momento, prima che io lo risvegli. Il suo ampio sorriso, i miei succhi su tutta la faccia, e anche un po ‘di marrone sul naso (oops!). È così difficile per me liberarlo, ma l’unica ragione per cui lo faccio è perché so quanto sarà facile per me riportarlo al suo posto la prossima volta che vorrò.
“Un’altra cosa prima che ti risveglio,” continuo. “Passerai la giornata con una felicità interiore, sapendo quanto sono felice di averti amato. Nessun problema, non importa quanto sia grande, scuoterà la tua sensazione di contentezza interiore. Sarai produttivo tutto il giorno e tutta la settimana, fiducioso nelle tue capacità e nel valore del tuo lavoro.

“E se qualcuno ti chiede perché non perdi mai la calma, digli che è perché sei devoto alla donna più meravigliosa che un uomo possa mai avere. Forse un giorno potresti portarli a casa per incontrarmi, e offrirò loro alcune delle mie speciali parole di incoraggiamento.”

“Ora conto fino a tre e al tre ti sveglierai. Uno, due, tre. ”
E mentre apre gli occhi, mi stiraccio e sbadiglio e lo guardo. Lo bacio sulle labbra e gli dico che deve aver dormito troppo poco e che dovrebbe sbrigarsi se vuole arrivare a lavoro in orario.
“Nessun problema”, dice con un sorriso, mentre schizza impazientemente dal letto nella doccia, pronto ad affrontare la giornata.

CONTINUA

Vedi anche

Captions

L’ovetto

Lei era uscita a pranzo con uno dei suoi amanti mentre lui, sempre chiuso nel dispositivo di castità, era rimasto a casa a fare le

Leggi Tutto »
Captions

Il relax delle Signore

Sara, una carissima amica della Signora, è andata a trovarLa per cena, e Lei ha deciso di presentarle uno dei Suoi servitori: che poi è

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei maggiorenne?

[forminator_form id="5340"]